Comune di Sant' Agata del Bianco » Conosci la città » Personaggi Illustri » Saverio Strati

RSS di - ANSA.it

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Saverio Strati

Saverio StratiSaverio Strati è uno scrittore italiano nato a Sant'Agata del Bianco (RC) il 16 agosto 1924 e morto a Scandicci (FI) il 9 aprile 2014 a Scandicci.

Dopo gli studi primari inizia a lavorare con il padre come muratore e diventa capo-mastro. Grazie alla sua passione per la lettura, nel corso degli anni legge tante opere della cultura popolare come "Quo Vadis" di Henryk Sienkiewicz o "I miserabili" di Victor Hugo.

Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, decide di riprende gli studi. Con l'aiuto finanziario di uno zio che abitava negli Stati Uniti, inizia a ricevere lezioni private da parte di alcuni professori della Scuola Media Galluppi di Catanzaro e comincia a leggere anche grandi scrittori come Croce, Tolstoj, Dostoevskij o Verga. Nel 1949 ottiene il titolo di liceo classico e si iscrive in Medicina presso l'Università di Messina (Sicilia) per soddisfare i desideri dei genitori; tuttavia, dopo un breve periodo di tempo, si trasferisce alla Facoltà di Lettere.

 

Decisivo per il suo destino di scrittore è l'incontro con il critico letterario Giacomo Debenedetti che in quel momento insegnava a Messina e del quale diventa uno degli allievi prediletti. Nel 1953, Debenedetti legge il libro di racconti "La Marchesina" e ne sollecita la pubblicazione presso Alberto Mondadori a Milano. Durante questo periodo Strati inizia a scrivere il suo primo romanzo "La Teda".

 

Nel giugno del 1953 incontra Corrado Alvaro a Caraffa del Bianco e poi si trasferisce a Firenze per preparare la sua tesi di dottorato su riviste di letteratura dei primi due decenni del ventesimo secolo. Intanto, i racconti di Strati vengono pubblicati sulle riviste "Il Ponte", "Paragone" e sul quotidiano "Il Nuovo Corriere". Subito dopo aver completato "La Teda" inizia a scrivere il suo romanzo più poetico, "Tibi e Tascia", edito sempre da Mondadori nel 1959. Nel 1958 Strati sposa una ragazza svizzera e si trasferisce in questo paese dove vive fino al 1964 (periodo durante il quale scrive diversi romanzi e numerosi racconti). Nel 1972 vince il Premio Napoli e nel 1977 il PREMIO CAMPIELLO con il romanzo Il Selvaggio di Santa Venere. I libri di Strati vengono stampati in tutto il mondo. Ma dopo il bellissimo romanzo L’uomo in fondo al pozzo (1989), la casa editrice Mondadori, inspiegabilmente, decide di non pubblicare più le sue opere. Inizia un oblio che porta lo scrittore, nel 2009, a scrivere una drammatica lettera a Il Quotidiano della Calabria dove denuncia la sua condizione di indigenza. Il Consiglio dei Ministri, nel 17 dicembre 2009, riconosce a Strati i benefici economici della Legge Bacchelli in riconoscimento ai suoi meriti artistici. Il suo paese, Sant’Agata del Bianco, con le sue storie, la sua umanità ed i suoi personaggi, resterà per tutta la vita fonte di ispirazione inesauribile.

 

Opere di Saverio Strati:

·         La marchesina [racconti] - Milano - Mondadori - 1956

·         La teda [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1957

·         Tibi e Tascia [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1959 - Premio Internazionale Veillon 1960

·         Mani vuote [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1960

·         Avventure in città [racconto lungo, poi confluito in Gente in viaggio] - Milano - Mondadori - 1962

·         Il nodo [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1965 - Premio Sila 1966

·         Gente in viaggio [racconti] - Milano - A. Mondadori - 1966 - Premio Sila 1966

·         Il codardo [romanzo] - Milano - Bietti - 1970

·         2 racconti inediti di Saverio Strati - Firenze - Galleria Pananti - 1970

·         Il padre del Sole con 12 disegni di Silvio Loffredo - Firenze - Galleria Pananti - 1970

·         Noi lazzaroni [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1972 - Premio Napoli 1972

·         È il nostro turno [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1975

·         I cento bambini [favole] - Cosenza - Lerici - 1977

·         Il selvaggio di Santa Venere [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1977 - Premio Campiello 1977

·         Il visionario e il ciabattino [romanzi brevi] - Milano - A. Mondadori - 1978

·         San Gregorio Magno - Firenze - Pananti - 1978

·         La bella Aurora - Firenze - Pananti - 1979

·         Il diavolaro [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1979

·         Terra di emigranti [racconti] - Firenze - Salani - 1979

·         Piccolo grande Sud [racconti] - Firenze - Salani - 1981

·         Re Pero - Firenze - Lisciani-Giunti - 1981

·         57 favole - Firenze - Pananti - 1982

·         Al mare insieme agli altri - Firenze - Pananti - 1982

·         Fiabe calabresi e lucane - scelte da Luigi Maria Lombardi Satriani e tradotte da Saverio Strati - Milano - A. Mondadori - 1982

·         I cari parenti [romanzo] - Milano - A. Mondadori - 1982

·         Ascolta, Stefano

stemmaComune di Sant'Agata del Bianco (RC) - Sito Ufficiale

                                                                                                                       

  Tel. (+39) 0964 956006 Fax (+39) 0964 956009                                                                                                C.F. 81001350800  - Pec protocollo.santagata@asmepec.it                                                                   

  Sito Ufficiale www.comune.santagatadelbianco.rc.it

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.207 secondi
Powered by Asmenet Calabria